QUANTO HAI PAURA DI RESTARE DA SOLA?

Per noi donne non è possibile ipotizzare la solitudine come una condizione permanente. La società ci ha cresciute (e chissà per quanto continuerà a farlo) con l'idea che stare da sole è sbagliato. E' sbagliato non avere figli. E' sbagliato non avere un marito/compagno. E' tollerato, certo, per un periodo, ma non come scelta di vita.


La scelta di vivere secondo le proprie regole, vista come un atto di libertà per un uomo, mal si addice ad una donna. E non importa quanti romanzi e film vengono fatti sull'argomento, siamo noi per prime ad aspettarci un ripensamento, un lieto fine. Perché la triste realtà è che su questo tema non ci sono spazi grigi.


Noi donne concepiamo l'idea di restare sole solitamente come reazione a una storia difficile, a un incontro sbagliato. all'assunto che "gli uomini sono tutti uguali". E' difficile considerare questa decisione come una scelta ponderata, perché sembra più una ripicca che non il frutto di una vera riflessione.


L'estremo opposto è il fatto di stare con qualcuno pur di non stare sole e nemmeno questa sembra una scelta ponderata, perché sa di rassegnazione. Certo ci deve essere una terza via tra questi due estremi, ma sembra che come donne, ancora non l'abbiamo trovata. O forse non ne abbiamo avuto il coraggio.


Stare sole può fare molta paura. Eppure dovremmo saperlo che, spesso, stare sole è la risposta a una domanda, piuttosto che la conseguenza di un rifiuto. Perché solo stare veramente da sole ci offre l'incredibile opportunità di ascoltare noi stesse, di metterci seriamente alla prova, di chiederci cosa davvero vogliamo.


Non ce ne siamo mai accorte che quello è il segreto, anche se ce lo hanno raccontato, da piccole, innumerevoli volte. Nelle storie della nostra infanzia che parlano di donne c'è sempre un momento in cui la protagonista è da sola, rinchiusa nella torre, aspettando. Quello è il momento in cui, si dice, la donna aspetta l'uomo, il principe azzurro che verrà a salvarla. E se invece la chiave di lettura fosse diversa? Se quel momento fosse necessario, alla principessa, per capire chi è davvero?


Oggi ti invito a riflettere: quand'è l'ultima volta che sei stata davvero da sola? Ne hai approfittato per riflettere sulla tua storia, per prenderti cura di te? E in che modo stare da sola ti ha aiutato a capire meglio ciò che volevi? Scrivilo nei commenti.


25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti